Pagina dedicata ai regolamenti urbanistici e alle detrazioni fiscali

Confermate le Detrazioni Fiscali per il 2019
dopo tanti tira e molla, indiscrezioni e previsioni, sono stati confermati i bonus fiscali casa del 50%  per ristrutturazione e infissi fino a 96.000 euro , 50% tende e protezione solare fino a 60.000 euro, 36% bonus verde fino a 5.000 euro comprensivi dell'IVA, delle spese di progettazione.
PERGOLATI BIOCLIMATICI A LAMELLE IN ALLUMINIO sono CONSIDERATI PERGOLATI anche se chiudono e proteggono  dalla pioggia. SENTENZA CdS n.4177 del 07/07/2018
Rimane da verificare le misure massime in base al regolamento comunale e la paesaggistica nelle zone a vincolo
GUARDA SEZIONE PERGOLATI (scorri pagina) PER VEDERE LE SPECIFICHE 
I PERGOLATI A LAMELLE sono PERGOTENDE ? Aggiornamento del 2/8/2018: l' ultima sentenza del TAR Lombardia (646 del 02/07/2018) ha evidenziato l'aspetto dell'impacchettamento anche sulle pergole bioclimatiche per poter essere considerate come "pergotende". Ci sono migliaia di installazioni di pergole a lamelle, in Italia, fatte come pergolati. Sembra che per stare davvero tranquilli e rientrare nelle opere di facile amovibilità e destinate ad un uso provvisorio, una delle caratteristiche sia l'impacchettamento... fino alla prossima sentenza !!! Chi ci capisce, è bravo.

Il 22/2/2018 è stato adottato il GLOSSARIO DELLE OPERE REALIZZABILI IN EDILIZIA LIBERA,  prevista dall’art 1, comma 2 del decreto legislativo 25 novembre 2016, n.222, per garantire l’omogeneità del regime giuridico applicato e una terminologia univoca e uniforme su tutto il territorio nazionale 

Fonte: http://www.italiasemplice.gov.it/notizie/glossario-edilizia-libera/ - Glossario completo, clicca qui >   http://www.italiasemplice.gov.it/media/2528/glossario-edilizia-libera.pdf

Nel Glossario Vedi i punti : 44 Gazebo, 46 Pergolati, 50 Pergole e Pergotende 

Leggi il Decreto Ministeriale del 15/02/2018 clicca QUI

A stabilirlo il Tar della Campania nella sentenza 183/2019 in cui accoglie il ricorso di un proprietario di un bar che voleva installare tende laterali a rullo (stagionali) per proteggere dal vento e dalla pioggia invernali i tavolini posti sotto una copertura esistente. Per il Comune, invece, la chiusura non autorizzata di tale volume costituiva opera abusiva.

tende ombreggianti antivento

Informazioni su permessi, procedure, detrazioni, vincoli

per realizzare Pergole, Verande, Gazebo, Serre Solari, Tettoie, Pergolati

 

Aggiornato al  16 Marzo 2018 dopo l'entrata in vigore del Decreto del 25/11/2016 n. 222 provvedimento 11/12/2017

i Comuni dovevano adeguarsi entro il 30/6/2017

Premessa:

Le regole ed i vincoli Comunali cambiano da Comune a Comune; spesso fanno riferimento alle leggi regionali ma vanno sempre verificate caso per caso

La pertinenza urbanistica

Stabilire se una struttura sia o meno una pertinenza urbanistica è un aspetto fondamentale ai fini della corretta interpretazione e applicazione dell'iter urbanistico previsto. Per essere definito una pertinenza urbanistica, un manufatto deve presentare una propria individualità fisica, non deve cioè essere parte integrante o costitutiva di un altro fabbricato. Vi è dunque pertinenza nel caso in cui il manufatto risulti autonomo rispetto all'immobile, ovvero quando svolga una funzione “di servizio”. In questo senso, possiamo definire pertinenza una tettoia ad esempio, in quanto caratterizzata da un'individualità fisica e strutturale. (sentenza 25 febbraio 2016, n. 1051 del TAR Campania, sez. IV Napoli)

 

Installazione su suolo privato, condominiale, privato in condominio, suolo pubblico

Per conoscere la normativa di riferimento, occorre identificare quale sia il tipo di suolo dove si vuole realizzare la struttura o chiusura. In funzione della tipologia di suolo, cambiano le regole in modo sostanziale

Titoli abitativi

Urbanisticamente (Consiglio di Stato Sentenza 306 del 25/172017), esistono varie tipologie di manufatti che vengono classificate in base a diversi requisiti come la forma, al tipo di chiusura superiore, alle misure massime: Ognuna di queste è regolamentata in modo specifico dalle leggi Regionali e dai Regolamenti Comunali che possono essere piu’ restrittivi o fare riferimento alle Leggi Regionali. Ogni Amministrazione richiede procedure e/o titoli specifici in base alla tipologia di manufatto: EDILIZIA LIBERA, CIL, CILA, SCIA, PERMESSO A COSTRUIRE

 

La precarietà dell'opera

In ambito edilizio, un'opera può essere considerata precaria e dunque realizzabile senza il ricorso ai permessi per costruire qualora abbia realmente una funzione temporanea e provvisoria indipendentemente dai materiali impiegati e dal livello di trasferibilità dell'opera stessa. A tale proposito, la Circolare specifica che la stagionalità di un'opera non implica la sua precarietà: non è possibile smontare una tettoia a fine estate perché il passare delle stagioni non è un elemento che determina la precarietà della struttura. La natura precaria di un'opera è data invece dalla provvisorietà della sua funzione. 

Estratto Legge Regionale Toscana:Sono privi di rilevanza urbanistico-edilizia le opere, gli interventi e i manufatti non incidenti in modo significativo o permanente sulle risorse del territorio, per i loro oggettivi caratteri di precarietà costruttiva e facile amovibilità o in ragione della temporaneità di installazione, ed in particolare: a) gli elementi di arredo o di delimitazione di giardini e spazi pertinenziali, quali: 1) i pergolati, limitatamente alle strutture leggere variamente configurate, costituenti il supporto di vegetazione rampicante o di altri elementi aventi esclusiva funzione ombreggiante, comunque non suscettibili di offrire riparo dalle precipitazioni atmosferiche; 2) i gazebo da giardino, limitatamente alle strutture leggere in legno o metallo contraddistinte da facile amovibilità e reversibilità, prive di chiusure laterali, di coperture realizzate con materiali rigidi e durevoli, nonché di pavimentazioni continue o altre opere murarie destinate a uso stagionale e atte a ombreggiare spazi di soggiorno temporaneo all’aperto; 3) gli arredi da giardino di piccole dimensioni e contraddistinti da facile amovibilità e reversibilità, quali barbecue semplicemente appoggiati al suolo, fontanelle…”

Tenda / Pergola apribile/ Pergotenda aperta sui lati

January 06, 2018

Tenda Pergola o Pergotenda aperta sui lati

La pergola o pergotenda dal punto di vista edilizio è un intervento non soggetto a titolo abitativo e non necessita di pratica edilizia. Fonte : http://www.italiasemplice.gov.it/media/2528/glossario-edilizia-libera.pdf

Distanze dai confini: esente

Nulla Osta Condominio: esente salvo regolamenti specifici del condominio

Vincolo Paesaggistico: se la zona o il fabbricato sono a vincolo, è necessaria un’autorizzazione semplificata

Riferimento Prodotti: Sit-in Pack, Mediterraneo Pack, Soffio Pack

Vincoli dimensionali: esente purchè di modeste dimensioni

Detrazioni fiscali: 50%  come protezione solare dinamica NON esposta a Nord

Riferimenti normativi: http://www.italiasemplice.gov.it/media/2528/glossario-edilizia-libera.pdf La “pergotenda” costituisce un elemento di migliore fruizione dello spazio esterno, stabile e duraturo. Tenuto conto della consistenza, delle caratteristiche costruttive e della funzione, non costituisce un’opera edilizia soggetta al previo rilascio del titolo abilitativo. L’opera principale non è la struttura in sé, ma la tenda, quale elemento di protezione dal sole e dagli agenti atmosferici, con la conseguenza che la struttura si qualifica in termini di mero elemento accessorio, necessario al sostegno e all’estensione della tenda (così come definita dal Consiglio di Stato, Sezione VI, 27 aprile 2016, n. 1619).

Tettoia aperta sui lati

La tettoia dal punto di vista edilizio è un cambiamento della destinazione d’uso dello spazio e modifica la sagoma del fabbricato e quindi determina un aumento della superficie dell’edificio e necessita quindi del permesso di costruire.

Distanze dai confini: solo se ubicata in giardino  (generalmente 5 mt oppure con consenso scritto del confinante)

Nulla Osta Condominio: si (assemblea)

Vincolo Paesaggistico: se la zona o il fabbricato sono a vincolo, è necessaria un’autorizzazione semplificata

Riferimento Prodotti: Mediterraneo Shed, Sit-in shed, Soffio Shed

Vincoli dimensionali: in base alla capienza della superficie da sfruttare del fabbricato e al regolamento edilizioDetrazioni fiscali: 50%  se inserita in un contesto di ristrutturazione

Riferimenti normativi: Secondo la sentenza della Corte di Cassazione n. 33267/2011, la tettoia aumenta l’abitabilità dell’immobile. Tale sentenza equipara la pensilina alla tettoia, dalla quale non può distinguersi neppure per la conformazione, stante le diversità di materiali con i quali possono essere realizzate entrambe le strutture e le modalità di ancoraggio al suolo o in aggetto rispetto ad altro edificio. La sostanziale identità delle nozioni di tettoia e pensilina, ricavabile dalle medesime finalità di arredo, riparo o protezione anche dagli agenti atmosferici, determina la necessità del permesso di costruire nei casi in cui sia da escludere la natura precaria o pertinenziale dell’intervento. La struttura portante composta da materiali leggeri, rientra nella categoria dei pergolati e le tende laterali sono considerate come pergotende., purchè le opere realizzate siano prive delle caratteristiche di consistenza e di rilevanza che possano farle connotare come componenti edilizie di copertura di una costruzione, assoggettate al rilascio di un titolo edilizio.

Gazebo aperto sui lati

January 06, 2018

Gazebo aperto sui lati

Il Gazebo dal punto di vista edilizio, è un intervento di arredo in edilizia libera e non soggetto a titolo abitativo. http://www.italiasemplice.gov.it/media/2528/glossario-edilizia-libera.pdf  In certi casi è necessaria una comunicazione di inizio lavori al Comune. I gazebo da giardino, limitatamente alle strutture leggere in legno o metallo contraddistinte da facile amovibilità e reversibilità, prive di chiusure laterali, prive di coperture con materiali rigidi e durevoli, nonché di pavimentazioni continue o altre opere murarie destinate a uso stagionale e atte a ombreggiare spazi di soggiorno temporaneo all’aperto;

Distanze dai confini: esente su balconi e terrazze - 3 metri in giardino o autorizzazione scritta del confinante

Nulla Osta Condominio: esente o solo da comunicare salvo regolamenti specifici del condominio

Vincolo Paesaggistico: se la zona o il fabbricato sono a vincolo, è necessaria un’autorizzazione semplificata

Riferimento prodotti: Mediterraneo Bio, Mediterraneo Shed, Sit-in Shed, Soffio Shed

Vincoli dimensionali: Il regolamento del Comune indica le dimensioni massime

Detrazioni fiscali: 50%  se inserito in un contesto di ristrutturazione

Riferimenti normativi: il gazebo è una struttura leggera, non aderente a altro fabbricato, coperta nella parte superiore ed aperta ai lati e realizzata con una struttura portante in ferro battuto, in alluminio o in legno strutturale, talvolta chiuso ai lati da tende facilmente rimuovibili e talvolta realizzato in modo permanente per la migliore fruibilità di spazi aperti come giardini o ampi terrazzi. Se utilizzato come struttura temporanea non necessita di titoli edilizi; nel caso in cui sia infisso al suolo (cementato) è necessario il permesso di costruire

Pergolato aperto sui lati

January 06, 2018

Pergolato aperto sui lati

Il pergolato dal punto di vista edilizio, è un intervento di arredo in edilizia libera e non soggetto a titolo abitativo. Fonte: http://www.italiasemplice.gov.it/media/2528/glossario-edilizia-libera.pdf   In certi casi è necessaria una comunicazione di inizio lavori al Comune

Distanze dai confini: esente su balconi e terrazze - 3 metri in giardino o autorizzazione scritta del confinante

Nulla Osta Condominio: esente o solo da comunicare salvo regolamenti specifici del condominio

Vincolo Paesaggistico: se la zona o il fabbricato sono a vincolo, è necessaria un’autorizzazione semplificata

Riferimento prodotti: Mediterraneo Open, Mediterraneo Bio (senza chiusura delle lamelle), Sit-in Open

Vincoli dimensionali: Il regolamento del Comune indica le dimensioni massime

Detrazioni fiscali: 50%  se inserito in un contesto di ristrutturazione o di protezione solare dinamica NON esposto a Nord

Riferimenti normativi: il pergolato è un’opera pertinenziale ed è una struttura realizzata al fine di adornare e ombreggiare giardini o terrazzi e consiste in un’impalcatura, generalmente di sostegno di piante rampicanti, costituita da due o più file di montanti verticali riuniti superiormente da elementi orizzontali, tale da consentire il passaggio delle persone e aperta su almeno tre lati e nella parte superiore. Normalmente il pergolato non necessita di titoli abilitativi edilizi. Quando il pergolato è coperto, nella parte superiore, anche per una sola porzione, con una struttura non facilmente amovibile, realizzata con qualsiasi materiale, è assoggettato tuttavia alle regole dettate per la realizzazione delle tettoie.

Serra Solare su balcone, terrazza o giardino

January 06, 2018

Serra Solare su balcone, terrazza o giardino

La serra solare dal punto di vista edilizio è un volume tecnico (non abitabile, utilizzato per scopi migliorare le prestazioni energetiche dell’unità immobiliare a cui fa riferimento) e quindi necessita del permesso a costruire o di una pratica SCIA in base ai regolamenti del Comune.

Distanze dai confini: solo se ubicata in giardino  (generalmente 5 mt oppure con consenso scritto del confinante)

Nulla Osta Condominio: si (assemblea)

Vincolo Paesaggistico: se la zona o il fabbricato sono a vincolo, è necessaria un’autorizzazione semplificata

Riferimento Prodotti: Mediterraneo Bio chiuso con vetrate, Mediterraneo Shed chiuso con vetrate, Sit-in shed chiusa con vetrate, Soffio Shed chiuso con vetrate

Vincoli dimensionali: in funzione della possibilità di ampliamento dell’unità immobiliare

Detrazioni fiscali: 65%  come miglioramento energetico minimo del 20% sull’unità immobiliare

Riferimenti normativi: per essere considerata tale, una serra solare deve soddisfare una serie di requisiti che variano da Comune a Comune. Le Norme sul governo del territorio in Italia, nell’ambito dell’edilizia sostenibile, fanno riferimento alle Leggi Regionali e ai Regolamenti Edilizi ed Urbanistici locali. In genere la realizzazione delle serre solari è incentivata e stimolata attraverso benefici di carattere urbanistico e vengono escluse dai computi urbanistici, cioè non costituiscono un volume in aggiunta a quello esistente perché vengono assimilate a locali tecnici.

  • la serra non deve essere riscaldata dall’impianto di climatizzazione dell’edificio cui si appoggia;

  • l’orientamento varia in un arco compreso tra sud–est e sud–ovest;

  • la serra non deve avere importanti ombreggiamenti dovuti a manufatti e/o piante;

  • la superficie vetrata deve essere prevalente, dove la prevalenza significa che il rapporto tra superficie vetrata e superficie totale ( verticali, orizzontali e inclinate) sia almeno il 70%; in alcuni casi le amministrazioni esigono il 100%;

  • il volume lordo della serra in genere non può superare il 10% del volume riscaldato dell’edificio; questa percentuale varia a seconda del Comune ed in alcuni casi è si può arrivare ad una percentuale incentivante ammessa del 20%;

  • la serra solare deve prevedere dei sistemi di schermatura estiva dei raggi solari e superfici vetrate apribili per consentire una ventilazione naturale senza pregiudicare la climatizzazione invernale;

  • la destinazione funzionale non deve determinare la nascita di un nuovo locale per la presenza continuativa delle persone; in pratica non deve configurasi legalmente come locale di abitazione e/o luogo di lavoro;

  • altro aspetto di fondamentale importanza è il guadagno energetico durante la stagione invernale dovuto alla presenza della serra solare; il disavanzo positivo deve essere in genere almeno del 20% rispetto alla soluzione senza serra solare. Si possono riscontrare anche notevoli differenze tra Comune e Comune, comprese addirittura tra il 5% e il 25%;

  • una serra solare deve comunque rispettare il Regolamento Urbanistico per quanto riguarda le altezze, le distanze dai confini e dai fabbricati, etc.

Veranda su balcone, terrazza o giardino

January 06, 2018

Veranda su balcone, terrazza o giardino

La veranda dal punto di vista edilizio è un cambiamento della destinazione d’uso dello spazio e modifica la sagoma del fabbricato e quindi determina un aumento della volumetria dell’edificio e necessita quindi del permesso di costruire. L’autorizzazione condominiale su modifiche in facciata è sempre dovuta, ma non può essere negata dal Condominio, se tali opere sono già state eseguite da altri condomini.

Distanze dai confini: solo se ubicata in giardino  (generalmente 5 mt oppure con consenso scritto del confinante)

Nulla Osta Condominio: si (assemblea)

Vincolo Paesaggistico: se la zona o il fabbricato sono a vincolo, è necessaria un’autorizzazione semplificata

Riferimento Prodotti: Mediterraneo Bio chiuso con vetrate, Mediterraneo Shed chiuso con vetrate, Sit-in shed chiusa con vetrate, Soffio Shed chiuso con vetrate

Vincoli dimensionali: in funzione della possibilità di ampliamento dell’unità immobiliare

Detrazioni fiscali: 50%  come ristrutturazione

Riferimenti normativi: La veranda è stata definita nell’Allegato A dell’Intesa sottoscritta il 20 ottobre 2016 tra il Governo, le Regioni e i Comuni, concernente l'adozione del Regolamento edilizio-tipo come “locale o spazio coperto avente le caratteristiche di loggiato, balcone, terrazza o portico, chiuso sui lati da superfici vetrate o con elementi trasparenti e impermeabili, parzialmente o totalmente apribili”.

Please reload

© 2018 Manifattura Pergole e Verande srlu Partita IVA 02164310506

  • Pinterest Social Icon
  • Instagram
  • Facebook
  • YouTube

Vivere il Fuori utilizza i cookie di "terze parti". Proseguendo nella navigazione accetti i cookie. Per maggiori informazioni ti invitiamo a leggere la cookie policy. CLICCA QUI